Contacts | Press | Awards

Le tenute
The Estates

Il paesaggio è quello arcaico dell'Etna. Le Tenute Bosco si estendono nelle due contrade di Piano dei Daini a Solicchiata e Santo Spirito a Passopisciaro, a 700 metri slm, per una superficie vitata complessiva di circa 10 ha. Di questi - circa 4 ha - sono vigne coltivate ad alberello, franche di piede e piantate in epoca pre-fillossera, da oltre 120 anni. La storia della tenuta di Solicchiata viene raccontata già nel 1669 nei documenti dell'Abate Coniglio di Castiglione, che la descrive come aree di vigneti e palmenti. Nel 2010 è iniziato il recupero delle tenute grazie all'opera di Sofia Bosco e del marito, che ne hanno fatto i luoghi della loro passione e della loro arte: la riscoperta delle tradizioni e il rispetto del territorio, per la produzione di vini autoctoni di qualità.

The landscape is the archaic one of Mount Etna. Tenute Bosco’s properties lay upon the slopes of the estates of Piano dei Daini in Solicchiata and Santo Spirito in Passopisciaro, at an altitude of 700 meters a.s.l., on a vineyard surface of about 10 hectares. Among these, 4 hectares trained as “alberello”, traditional free standing method, ungrafted and pre-phylloxera vines, more than 120 years old. The history of Solicchiata estate's are found in documents that date back to 1669. Abate Coniglio of Castiglione describes it as an area of vineyards and “palmenti”. The recovery of the property started in 2010, thanks to the work of Sofia Bosco and her husband who made them the places of their passion and art: the revival of traditions and respect for the terroir, for the production of indigenous Etna wines of the highest quality.

I terreni
The soil

L’esposizione a nord solitamente genera alcune difficoltà ai contesti vitivinicoli. Invece il vulcano, insieme alla vicinanza dei Monti Nebrodi e Peloritani, dà origine a una sacca climatica dalla piovosità e insolazione ottimali per la maturazione delle uve, in particolare quelle rosse. L’Etna esprime anche nel terreno la sua realtà di fuoco e potenza: i terreni delle due contrade si distinguono per la loro natura sabbiosa, in particolare quelli di Vigna Vico a Passopisciaro. La matrice minerale li rende porosi e quindi ideali per la circolazione dell’ossigeno, anche negli strati profondi. Inoltre, la loro predisposizione a farsi esplorare dagli apparati radicali permette alle piante di trovare l’acqua anche nelle annate più aride. Abbondante la presenza di scheletro e minerali, mentre l’altitudine garantisce una sintesi armonica di aromi e sostanze acide, donando ai vini freschezza e un’elegante, sulfurea vitalità.

Northern exposure usually generates some difficulties in wine growing. However, the proximity of Mount Nebrodi and Peloritani, forms a climatic sac, with rainfall and sunshine that allow for optimal grape ripening, particularly for the reds. Etna also expresses its energy and strength in its soils: the sandy nature of the terrain differs between the two contradas, particularly in the soil of Vigna Vico at Passopisciaro. The mineral composition of the sandy soil makes it permeable, ideal for oxygen circulation, also in deep layers. Its predisposition also allows for the root apparatus to explore and the plant to find water, even in the most arid vintages. The altitude instead offers harmonious synthesis of aromas and acidity and grants freshness, elegance and sulphurous vitality to the wines.

I Vigneti
The Vineyards

Un’autentica tradizione rurale ispira i nostri vigneti di Nerello Mascalese e Nerello Cappuccio, in buona parte coltivati nella tradizionale forma ad alberello e delimitati dalle geometrie minimaliste di muretti a secco in pietra nera. Le nostre vigne si distinguono in:

  • Vigne Vico a Passopisciaro, vigne antiche pre-fillossera e quindi di particolare pregio: 27.000 piante di Nerello Mascalese e 3.000 piante di Carricante, impiantate alla fine del 1800 e allevate ad alberello su una superficie di 4 ettari. Sesto medio di 1,2 m. Vigna impiantata franca di piede su un terreno ottenuto dalla paziente bonifica di una sciara prodotta da un’eruzione del 1600.

  • Vigne Curve, a Solicchiata: 19.000 piante di Nerello Mascalese e Carricante allevate a spalliera e potate a cordone speronato, su una superficie di 6 ettari. Sesti di impianto: 2,5 m tra le file; 0,9 m tra le piante.


A true rural tradition inspires our vineyards of Nerello Mascalese and Nerello Cappuccio, mainly grown as “alberello”, traditional free standing method, and framed by black dry-stone walls. Our vineyards are :

  • Vigne Vico in Passopisciaro, an ancient and valuable pre-phylloxera vineyard: 27.000 plants of Nerello Mascalese and 3.000 plants of Carricante, implanted in the late 1800’s and grown as “alberello”, traditional free standing method, on a surface of 4 hectares with an average spacing of 1,2 sq m. The vineyard is implanted with ungrafted vines on a terrain that was recovered from the lava flow that followed the eruption of 1600’s.

  • Vigne Curve, in Solicchiata: 19.000 plants of Nerello Mascalese and Carricante trained as espalier, with cordon spur pruning, on a surface of 6 hectares with an average spacing of 2,5 m between rows, 0,9 m between plants.

La cantina
The Cellar

La moderna struttura della cantina di vinificazione, è concepita affinché il processo di carico dei tini di forma troncoconica, avvenga esclusivamente per gravità. Il processo di follatura avviene meccanicamente in modo uniforme, tale da ottenere l'estrazione delle sostanze più nobili dalle bucce. Al termine del processo di fermentazione i vini vengono trasferiti in botti di rovere. Tutto il sistema architettonico è concepito per un naturale controllo delle temperature all'interno della cantina. La doppia parete in pietra lavica consente un isolamento con l'esterno difficilmente raggiungibile anche con i moderni sistemi di climatizzazione, se non a prezzo di alti costi energetici. Tale accorgimento permette di avere temperature costanti nelle diverse stagioni a beneficio di tutto il processo produttivo.
The modern structure of the wine cellar is designed to allow that the process of filling of the truncated-conical fermentation vats, occurs exclusively by gravity. The process of a uniform mechanical punch-down allows for the extraction of the most noble substances from the skins. At the end of the fermentation process, the wines are transferred into oak barrels. The entire architectural system is designed to achieve a natural control of the temperatures inside the cellar. The double lava-stone perimeter walls grant a thermic isolation from the external environment that cannot be reached, even with modern air conditioning systems, at acceptable energy spending .This solution can allow for a constant internal temperature throughout the year, with a great benefit for the production process.

I vini
Wines

Il legame tra il vino, la terra e il vulcano è un intreccio saldo di tradizioni, storia, natura indomita e incontaminata. Per questo, la voce e il carattere dell’Etna riecheggiano nel gusto, nelle etichette dei nostri vini, nelle loro peculiarità autoctone.

Piano dei Daini Etna Bianco DOC
Piano dei Daini Etna Rosato DOC
Piano dei Daini Etna Rosso DOC
Vigna Vico Etna Rosso DOC
Etna DOC Brut Metodo Classico



The bond among wine, soil and the volcano is a firm twine of traditions, history, wild and uncontaminated nature. This is why the voice and character of Etna echo back in the taste, the labels and in the native peculiarities of our wines.

La visione
The Vision

Tenute Bosco, Vigne dell’Etna. Tutto inizia da qui, e qui ritorna. Una visione dedicata alla madre di questi luoghi: la “montagna”, come viene chiamato il vulcano da queste parti. A lei, sovrana di questo territorio meraviglioso, dalle forti evocazioni e dai richiami ancestrali, dedichiamo tutto ciò che facciamo. Alla sua presenza ispiriamo la nostra attività: quella del fare vino “come una volta” nel rispetto della natura, delle antiche tradizioni e della bellezza intorno a noi.


Tenute Bosco, Mount Etna’s Vineyards. Everything starts here and comes back here. A vision dedicated to the mother of these places: the “mountain”, as the volcano is called around here. Etna, the ruler of this magnificent territory, with its strong evocations and ancestral recalls, we dedicate everything that we do. Etna’s presence inspires our activity: to make wine “like they once used to do”, respecting the nature, ancient traditions and the beauty that surrounds us.

Le persone
The People

Siamo una famiglia, siamo una comunità ordinata e silenziosa di persone che rispondono a un ambiente generoso e complesso. Nel nostro lavoro, tutto il rispetto per il territorio e le tradizioni. Nella nostra attività, il desiderio di trasformare il lavoro in vigna in un’arte del paesaggio. Attraverso le stagioni, gli errori, le intuizioni più felici. I nostri vini sono come noi.


We are a family, a tidy and silent community of people who comply to a generous and complex environment. In our work, all the respect for our territory and our traditions. In our activity, our desire to convert our work in the vineyards into art of the landscape. Through seasons, mistakes, happy intuitions. Our wines are just like us.

Contacts

Sede Operativa Operative Branch
Cantina Vitivinicola Soc. Agr. Tenute Bosco arl
S.P. 64 Solicchiata, frazione di Castiglione di Sicilia 95012 (CT)
info@tenutebosco.com

Sede Amministrativa Head Office
Soc. Agr. Tenute Bosco arl
Via Felicetto, 237 Santa Venerina 95010 (CT))
+39 095 7086583
Email: amministrazione@tenutebosco.com

Responsabile Agronomico Agricultural Supervisor
Salvo Giuffrida
s.giuffrida@tenutebosco.com

Responsabile Commerciale Sales Menager
Lisa Sapienza
lisa@tenutebosco.com
Cell: +39 342 3757654

Per visitare le Tenute Estate Visits
visit@tenutebosco.com

Press

01 Novembre 2016
Un posto speciale nel “Tour dell’Etna” su Wine Test di Roberto Gatti.
leggi »
25 giugno 2016.
Il nostro Etna Bianco DOC 2015 è il vino della settimana di Cronache di Gusto.
leggi »
28 aprile 2016.
Contrade dell’Etna 2016: Etna bianco 2015, Etna Rosato 2015, Vigna Vico Etna rosso 2013. Le impressioni di Cronache di Gusto.
leggi »
21 aprile 2016.
Piano dei Daini Etna Rosato 2014 in evidenza nella cronaca di “Contrade dell’Etna 2016” su Giornale VinoCibo.
leggi »
28 gennaio 2016.
Monica Larner, the Italian correspondent for Robert Parker, talks about us in her “Contrade dell’Etna 2016” video.
leggi »

Awards

La soddisfazione dei nostri Clienti, ancora prima delle molto lusinghiere recensioni da parte della stampa di settore e delle più importanti Guide al mondo, ci conferma che abbiamo intrapreso la strada giusta e ci sprona a dare sempre il nostro meglio in vigna e in cantina.

Our customers' satisfaction, even more than the gratifying reviews by the specialized press and the most important Guides in the world, confirms that we have taken the right path and spurs us to do our best in vineyards and cellar.

Guida ai Vini di Sicilia 2017 Giornale di Sicilia
- Vigna Vico Etna Rosso DOC 2013
- Cinque Stelle / Five Stars

Decanter – Dicembre 2016
Piano dei Daini Etna Rosso 2014
Highly Recommended (92 Points)
AB 91 MG 93 EOH 92
N/A UK www.pianodeidaini.it

Cioccolato amaro e spezie con leggeri sentori di cola. Molto ricco e caramelloso al palato con spezie scure, tartufo complesso e note terrose. Anche piacevoli sentori di menta fresca ed arancia. Da bere tra il 2018 ed il 2025. Alc. 14,5%

Dark chocolate and spices with sweet cola hints. Very rich and caramelly on the palate with dark spices and complex truffle and earthy notes. Lovely fresh minty and orange lift too. Drink 2018-2025. Alc 14.5%
28 aprile 2016.
Contrade dell’Etna 2016: Etna bianco 2015, Etna Rosato 2015, Vigna Vico Etna rosso 2013. Le impressioni di Cronache di Gusto.

Sicilian Wine Awards 2016
Piano dei Daini Etna Rosato DOC 2014
1° Classificato - 1st Place

Wine Advocate – September 2015
- Piano dei Daini Rosato DOC 2014 - (91 Points)
- Piano dei Daini Rosso DOC 2013 - (89 Points)
- Vigna Vico Etna Rosso DOC 2013 - (88- 90 Points)